Carrello

Carrello

Come scegliere le migliori cuffie Hi-Fi

Dan Clark Audio VOCE
Dan Clark Audio VOCE

Affronteremo in questi articoli gli aspetti tecnici delle cuffie Hi-Fi, cercando di orientare la scelta secondo le proprie esigenze specifiche, sia in capo a come funziona una cuffia audio, che quali sono i parametri da tenere in considerazione, sia elettrici che di indossabilità.

Final Audio D8000 Pro Edition
Final Audio D8000 Pro Edition

Lo faremo affrontando in ogni articolo del blog un argomento diverso, per poi trarre delle conclusioni che speriamo vi aiutino a fare una scelta più consapevole.

Bowers Wilkins PX5 blue
Bowers Wilkins PX5 blue

Dopo tanti anni di letargo, le cuffie in alta fedeltà sono ritornate prepotentemente in auge. Complici i dispositivi portatili, gli iPad prima e gli smatphone adesso, che sono –di fatto- divenuti il nuovo modo di ascoltare la musica non solo in mobilità.
Ci portiamo appresso una grande tradizione di cuffie Hi-Fi, tutta l’industria audio degli anni ’80 e ’90 si era concentrata sullo sviluppo di prodotti sempre più performanti per l’epoca, e ogni marchio aveva la sua gamma. Tedeschi, giapponesi, americani, si cimentavano nei loro modelli, con cataloghi estremamente sfaccettati che si rivolgevano a pubblici diversi, non dimentichiamoci che quelli cominciavano ad essere anche i tempi dei walkman.

Il mitico Walkman

I limiti tecnologici del tempo erano legati ai materiali principalmente, al loro peso e alle prestazioni magnetiche, meccaniche ed elettriche. Per non parlare del comfort, non esisteva ancora il memory foam, e solo per fare un esempio.

Il mercato poi si è fermato, nessuno cercava più le cuffie –come del resto i giradischi- e questo fino agli inizi del nuovo secolo, quando insieme all’iPod Classic, la prima versione della geniale rivoluzione di Jobs, debuttò la cuffia Apple non dotata del solito archetto, fino ad allora distintivo dell’oggetto, ma bensì da appoggiare all’interno del padiglione auricolare.

ipod classic

Quell’oggetto, anche se da subito abborrito dalla comunità audiofila più integralista, rispondeva a precise esigenze, sia tecniche che funzionali.

Era una cuffia a bassa impedenza rispetto a quanto non si era assistito fino a quel momento, leggera, con altoparlanti di piccolo diametro, e che non isolava molto dall’ambiente esterno.

E soprattutto facilmente pilotabile dall’iPod, che di energia non ne aveva molta, grazie a batterie ricaricabili grandi e poco prestanti, e a una tecnologia più in generale che ancora doveva maturare.

Ma sancì l’inizio di una nuova era di cuffie che adesso si è evoluta e che vede le intraurali come le più utilizzate per i dispositivi mobili.

Come funziona una cuffia Hi-Fi ?

Come è possibile ascoltare delle basse frequenze così poderose e una gamma medio alta presente e cristallina?

Astell-Kern Billie Jean - Red
Astell-Kern Billie Jean – Red

Come mai in appartamento sono necessari diffusori acustici e volumi alti, ed effetto simile lo si può invece ottenere con una semplice cuffia (che è tutt’altro che poderosa sia in termini di amplificazione che di grandezza degli altoparlanti)?

Prima di tutto c’è un’enorme differenza tra l’aria libera e un ambiente chiuso, a stretto contatto con il timpano. Nel primo caso è presente l’aria, le emissioni acustiche arrivano all’orecchio sia in modo diretto che riflesso, e si è pertanto legati a questi fenomeni e all’impedenza acustica dell’aria, che attutisce l’emissione.

Phonon SMB-02
Phonon SMB-02


Nel caso della cuffia, invece, i movimenti della membrana dell’altoparlante sono strettamente correlati con quelli compiuti dal timpano, e infatti parliamo di “movimento pistonico”. Basta immaginare di avvicinarsi molto a un diffusore acustico tradizionale per avvertire un suono molto forte se si sta con l’orecchio vicino alle casse –movimento pistonico- e sempre più attutito man mano che ci si allontana, visto che l’aria s’interpone tra il movimento della membrana e quelli del timpano. Pertanto è sufficiente un driver (altoparlante) relativamente piccolo all’interno della cuffia per ottenere un suono non solo molto forte, ma che riproduce l’intero spettro delle frequenze udibili.

Final Audio D8000 Pro Edition
Final Audio D8000 Pro Edition

Lo spazio all’interno del padiglione è quello dove lavora l’altoparlante della cuffia, in un modello circum-aurale, o simile seppure di minore volume negli altri tipi di cuffia.